Tu sei qui

Consiglio di amministrazione

Al consiglio di amministrazione spetta la gestione della società. L’organo, oltre ai poteri previsti per legge, esercita una serie di poteri specificatamente indicati dallo statuto come, ad esempio, fusioni e adeguamenti statutari a disposizioni normative.

L’assemblea degli azionisti del 18 maggio 2015 ha scelto di eleggere tre componenti per il consiglio di amministrazione attualmente in carica e in scadenza con l’assemblea prevista per l’approvazione del bilancio 2018. I componenti del consiglio di amministrazione possono essere compresi, ai termini di statuto (art. 15.1), tra un numero minimo di tre e un numero massimo di cinque.

Gli attuali componenti del consiglio di amministrazione sono: 

 

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Carica Nominativo Curriculum Vitae
Presidente Ing. Gianni Vittorio Armani
Consigliere Ing. Cristiana Alicata
Consigliere Prof. Arch. Francesca Moraci

 

Il presidente del consiglio di amministrazione Gianni Vittorio Armani esercita le funzioni di amministratore delegato, avendo ricevuto dal CdA, il 25 maggio 2015, le deleghe operative inerenti la gestione ordinaria e straordinaria della società, ad eccezione di quelle riservate al consiglio stesso dalla legge e dallo statuto.

 

Per informazioni sui compensi è possibile accedere alla sezione “società trasparente”.

 

 

I requisiti per la nomina degli amministratori

 

Lo statuto oltre a prevedere, ovviamente il rispetto delle normative vigenti comprese quelle relative all’equilibrio di genere, richiede che i consiglieri siano in possesso di specifici requisiti che evidenzino l’elevato livello di professionalità e competenza necessario per gestire al meglio un’azienda come Anas, nel rispetto sempre dei principi di trasparenza, sostenibilità, etica ed efficienza.

  • I consiglieri devono avere aver maturato un’esperienza complessiva di almeno un triennio attraverso l’esercizio di attività di amministrazione o di controllo o di compiti direttivi all’interno della gestione di imprese o attività professionali o di insegnamento universitario in materie attinenti o funzionali all’attività di impresa o funzioni amministrative o dirigenziali presso enti pubblici.
  • Gli amministratori con funzioni gestionali non possono ricoprire più di due ulteriori incarichi in consigli di amministrazione.
  • Per tutti gli altri il limite è di cinque.

Sono inoltre causa si ineleggibilità o di decadenza, se sopravvenute, condanne penali anche non definitive in determinati ambiti.

L’assunzione della carica di amministratore di Anas è, inoltre, subordinata all’esito positivo di una specifica istruttoria da parte del Dipartimento del tesoro del Ministero dell’economia e delle finanze (MEF), diretta a verificare il possesso di adeguati requisiti di professionalità e di onorabilità ai fini dell’eleggibilità.

 

 

Per saperne di più scarica qui lo Statuto di Anas.