Tu sei qui

Gestione della rete: viabilità e sicurezza

Nel ruolo di gestore della rete stradale e autostradale di interesse nazionale, una delle nostre funzioni principali è quella di garantire la viabilità e la sicurezza della rete. Un’attività che richiede un impegno costante e attento su tutti i più di 26mila chilometri di strade statali e autostrade che si estendono su un territorio geologicamente complesso e multiforme e che comporta, per esempio, la manutenzione di ben 1.300 gallerie.

Le attività vengono svolte attraverso:

  • presidio delle strade e interventi per la viabilità
  • opere di manutenzione e di messa in sicurezza
  • attenzione all’informazione e alla segnaletica
  • monitoraggio costante dell’intera rete attraverso soluzioni tecnologiche (telecamere e sistemi di videosorveglianza, sistemi di rilevamento dei volumi del traffico, stazioni meteo e pannelli a messaggio variabile)
  • interventi di emergenza in collaborazione con il Dipartimento della protezione civile nazionale

 

Si tratta di attività centrali per l’azienda che sono un tema chiave anche della nostra strategia di sviluppo: il piano industriale prevede la definizione di un nuovo modello organizzativo delle risorse sui processi operativi con l’internalizzazione di attività di manutenzione, l’ottimizzazione dell’impiego del personale di esercizio e il potenziamento delle attività di vigilanza.

 

Le sale operative

Per poter gestire con efficienza tutti gli aspetti legati alla viabilità e monitoraggio delle strade, abbiamo elaborato procedure e sistemi per instaurare un dialogo continuo e diretto non solo con chi viaggia ma anche con le diverse istituzioni e organizzazioni a livello nazionale e locale.

Un esempio è costituito dalla rete di 20 Sale Operative Compartimentali, di una Sala Operativa Nazionale e una flotta di oltre 1.000 veicoli dotati di localizzatori satellitari e telecamere, che effettuano un continuo monitoraggio delle infrastrutture stradali di competenza al fine di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, coordinando le attività del personale di esercizio.

L’acquisizione in tempo reale delle immagini è un efficace strumento operativo per poter far fronte prontamente ad eventuali criticità. La Sala Operativa Nazionale supporta il Coordinamento Emergenza Anas nell’affrontare emergenze, naturali e antropiche, in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile e il Centro di Coordinamento Nazionale della viabilità del ministero dell’interno.

Sicurezza: controlli e manutenzione

La gestione della rete stradale passa da diversi strumenti che assicurano da un lato la sicurezza e l’agibilità dell’intera rete, comprendendo le attività di manutenzione, messa in sicurezza e ripavimentazione, e dall’altro un costante dialogo con i nostri clienti agevolato da sistemi tecnologici d’avanguardia. 

La progettazione delle nostre infrastrutture stradali parte dall’attuazione di standard di sicurezza sempre più elevati sia a livello preventivo sia nella messa in atto di tutte le possibili soluzioni che riducano le conseguenze di eventuali incidenti. Per questo le soluzioni tecnologiche che stiamo realizzando puntano prima di tutto a ridurre il tasso di incidentalità e di mortalità, ad aumentare i livelli di fluidità del traffico, a monitorare la rete e a migliorare il comfort di guida dei nostri clienti. Ci stiamo quindi orientando verso un modello di strada “vestita” di tutte le componenti tecnologiche necessarie.

Gli elevati livelli di attenzione che poniamo nel garantire la viabilità e la sicurezza dell’intera rete, sono particolarmente evidenti nella gestione delle 1.300 gallerie comprese nel nostro perimetro infrastrutturale. Più in dettaglio, è in corso un programma di adeguamento impiantistico che ha già coinvolto 114 gallerie e che assicura, attraverso l’installazione dei sistemi di illuminazione led, un risparmio energetico fino al 40% rispetto ai sistemi tradizionali.

 

Altri sistemi per la sicurezza, il controllo e la manutenzione della rete stradale sono:

  • Il controllo della superficie stradale e la sperimentazione di nuove pavimentazioni

Effettuiamo un costante monitoraggio della qualità della superficie stradale con mezzi quali:

  • ERMES, apparecchiatura di nuova generazione che misura la scivolosità della superficie (nelle condizioni peggiori, cioè sul bagnato) e la regolarità stradale (l’intensità e la frequenza delle vibrazioni indotte sui veicoli che utilizzano la strada);
  • FWD (Falling Weight Deflectometer by Dynatest), che dispone di una massa battente che sollecita la superficie e ne misura la risposta in termini di bacino di deflessione;
  • TSD (Traffic Speed Deflectometer), il veicolo più avanzato al mondo, che mediante un insieme di  laser doppler misura ad alta velocità, senza interferire col traffico, l’abbassamento che subisce la strada sotto il peso esercitato dall’asse posteriore del mezzo.

 

  • La progettazione di barriere stradali di sicurezza d’avanguardia

Abbiamo progettato e sviluppato barriere stradali di sicurezza di “tipo Anas”. Sono barriere stradali di sicurezza innovative, in acciaio, completamente progettate da Anas, tra le prime in Italia ad essere continue - ovvero con un profilo senza interruzioni che offre maggiore protezione al momento di un eventuale impatto - e ad essere quindi “salvamotocilcisti”. Una delle peculiarità delle nuove barriere, infatti, è la presenza di uno schermo di protezione, che copre - in tutta la lunghezza - la parte bassa della barriera ed i pali che la sorreggono; essa è raccordata nella parte superiore al nastro a tripla onda, che ne risulta rafforzato, e nella parte inferiore arriva fin quasi a livello del piano stradale, al fine di ridurre al minimo il pericolo per i motociclisti, in caso di incidente; il “salvamotociclisti”, quindi, collabora anche alla performance della barriera anche per tutte le altre categorie di veicoli.

  • La messa in opera di una segnaletica orizzontale ben visibile

DELPHI è l’apparecchiatura che misura il paramentro RL (coefficiente di luminanza retroriflessa), uno dei requisiti prestazionali più importanti per la visibilità notturna della segnaletica orizzontale. L’apparecchiatura esegue misure in continuo ad alta velocità (superiore a 90 km/h) senza interferire con il traffico.

 

Anas è costantemente impegnata nella ricerca di nuove soluzioni tecnologiche per migliorare la sicurezza di chi viaggia e fa dell’innovazione uno strumento cardine per raggiungere questo obiettivo. Per approfondire vai alla sezione dedicata all’innovazione e la tecnologia.

 

Monitoraggio e tecnologie per la viabilità

La sicurezza della rete viaria passa inevitabilmente anche dal monitoraggio del traffico e dalle informazioni sulla viabilità fornite ai clienti.

Le tecnologie utilizzate in tal senso sono:

  • Telecamere e sistemi di videosorveglianza (TVCC - closet circuit television). Sistema di monitoraggio del traffico attraverso l’utilizzo della videosorveglianza; utilizza immagini digitali ed è in grado di rilevare informazioni di supporto alle decisioni in tempo reale.
  • Rilevamento del traffico (RT). Sistema di rilevamento dei volumi di traffico (TGM – Traffico Giornaliero Medio) e relative tipologie veicolari che favoriscono il processo decisionale per la gestione e manutenzione delle strade.
  • Stazioni meteo. Sistema di monitoraggio delle condizioni meteorologiche attraverso centraline appositamente configurate; permette di attuare politiche di gestione della sicurezza stradale oltre che informare i clienti.
  • Pannelli a Messaggio Variabile (PMV). Sistema di informazione ai clienti attraverso l’installazione di pannelli a messaggio variabile sia in itinere che presso gli svincoli di intersezione con la viabilità ordinaria.
  • Sistema Vergilius. Sistema di controllo del rispetto dei limiti di velocità con rilevatori di veicoli e unità intelligente integrata. Rileva velocità media e istantanea, può essere utilizzato come rilevatore di traffico e permette di effettuare in tempo reale verifiche sull’automezzo, quali regolarità assicurativa o furto.

 

Per conoscere meglio i nostri servizi per il monitoraggio del traffico vai alla sezione dedicata all’infoviabilità.