Tu sei qui

Gestione delle emergenze

Collaboriamo con il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale per gestire le emergenze in occasione di eventi che comportino rischi infrastrutturali e antropici. A questo scopo opera il nostro Coordinamento Emergenze (CO.EM.).

Il CO.EM. interagisce con il Comitato Operativo della Protezione Civile, con il Centro di Coordinamento Nazionale in materia di viabilità del Ministero dell'Interno (Viabilità Italia) e con la Sala Operativa Nazionale dell'Anas; quest'ultima è in diretto contatto con le Sale Operative Compartimentali.

Ne fanno parte il Coordinatore dell'emergenza che partecipa ai Comitati Operativi presso la Protezione Civile, l'Unità Operativa di emergenza a supporto del Coordinatore e organizzata in turni di reperibilità, e la Sala Operativa Nazionale con compiti di collegamento tra le varie strutture.

 

La gestione delle emergenze avviene attraverso tre passaggi e in dettaglio:

  1. La sala operativa nazionale, ricevuta notizia dell’emergenza, attiva il funzionario dell’unità operativa di emergenza di turno (capoturno);  
  2. Il funzionario di turno dell’unità operativa di emergenza (capoturno) acquisisce tutte le notizie necessarie ed informa il coordinatore dell'emergenza;

Il coordinatore dell’emergenza valuta le circostanze e impartisce al funzionario dell'unità operativa di emergenza le necessarie disposizioni.

In caso di attivazione delle strutture di emergenza, il coordinatore si recherà presso la sala operativa nazionale Anas per la necessaria uniformità di indicazioni da fornire per la gestione dell'emergenza stessa. Il personale dell'unità operativa di emergenza sarà presente presso le sedi istituzionali attivate con il compito di referente per conto del coordinatore dell'emergenza.  

La sala operativa nazionale funziona da collegamento tra il coordinatore dell'emergenza e gli uffici periferici dell'Anas, avvalendosi delle strutture di emergenza periferiche.