Tu sei qui

Impianti pubblicitari

Per la collocazione di cartelli e di altri mezzi pubblicitari  fuori dai centri abitati - lungo o in vista delle strade statali o all’interno degli impianti distributori carburanti (IDC), lungo le strade e le autostrade gestite direttamente da Anas - è necessario richiedere l’autorizzazione ad Anas, quale gestore della rete stradale.

L’autorizzazione potrà essere rilasciata solo se, a seguito delle verifiche di conformità, risulta rispettato quanto previsto dal Codice della Strada (Cds) e dal relativo Regolamento di attuazione ed esecuzione dello stesso, che appunto disciplina la materia pubblicitaria.

Il compito principale dell’ente proprietario della strada (e dell’Anas quale gestore) è la salvaguardia della sicurezza della circolazione stradale e pertanto ogni cartello o altro mezzo pubblicitario da installare:

  • può essere installato solo ove è consentito;
  • deve rispettare le distanze previste dalla normativa;
  • non deve generare confusione con i segnali stradali o con le segnalazioni luminose di circolazione;
  • in prossimità e in corrispondenza delle intersezioni i colori rosso e verde devono essere usati con cautela;
  • l’eventuale illuminazione non deve creare fenomeni di abbagliamento o, comunque, di disturbo.

All'interno dei centri abitati, formalmente delimitati e con popolazione inferiore ai 10.000 abitanti, la competenza autorizzativa è dei Comuni, salvo il preventivo nulla osta tecnico di Anas se la strada è statale (art. 23 comma 4 del Cds).

Quando i cartelli e gli altri mezzi pubblicitari collocati su una strada sono visibili anche da una nostra strada, l'autorizzazione è subordinata al preventivo nulla osta di Anas.

Anche quando la collocazione di cartelli e di altri mezzi pubblicitari posti lungo le sedi ferroviarie risultano visibili da una nostra strada, gli stessi sono soggetti alle disposizioni dell'art. 23 del Cds, quindi il loro posizionamento è autorizzato da Ferrovie, previo sempre nulla osta di Anas (art. 23 comma 5 del Cds).

Il rilascio di autorizzazione pubblicitaria comporta il pagamento di un canone annuale, calcolato sulla base delle tariffe applicate da Anas pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale - Foglio delle Inserzioni - Parte Seconda, a firma del Presidente e consultabile nella sezione Leggi e normativa.

Le autorizzazioni per l’installazione delle insegne, dei cartelli e degli altri mezzi pubblicitari hanno durata triennale e possono essere rinnovate; nelle stesse sono indicate le condizioni e le prescrizioni di carattere tecnico o amministrativo legate all’esposizioni dei mezzi.

 

Come fare e dove rivolgersi

I clienti che desiderano installare un cartello o altro mezzo pubblicitario all’interno di un impianto distributore carburanti (IDC) lungo le strade ed autostrade gestite direttamente da Anas, possono scaricare i moduli nella sezione modulistica e presentarli a:

Anas S.p.A.

Direzione Operation e Coordinamento del Territorio – Licenze Concessioni e Trasporti eccezionali

Via Monzambano, 10

00185, Roma

 

I clienti che desiderano installare un cartello o altro mezzo pubblicitario  lungo o in vista delle strade gestite direttamente da Anas, possono scaricare i moduli presenti nella sezione modulistica e presentarli all’area compartimentale Anas territorialmente competente (vai ai contatti).

Le tariffe sono a disposizione a questo link.

 

Per assistenza i clienti possono contattare il Servizio Clienti tramite il numero verde 800 841 148 o via e-mail agli indirizzi servizioclienti@stradeanas.it; servizioclienti@postacert.stradeanas.it.

Il Servizio Clienti - Direzione Generale, via Monzambano 10, Roma – è aperto al pubblico dal lunedì al giovedì dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00, il venerdì dalle ore 9:30 alle 12:30.

 

Per maggiori informazioni sull’installazione di impianti pubblicitari lungo la rete stradale Anas, consultate  il nostro documento sulle domande e risposte più frequenti.