Tu sei qui

Licenze e concessioni

Compito primario istituzionale di Anas è quello di garantire la sicurezza della circolazione e la tutela del patrimonio della rete stradale di interesse nazionale.

In materia d'uso delle strade vige il principio che, quando si tratta di uso ordinario, tale uso è libero a tutti e non è subordinato ad alcun atto amministrativo; per gli altri usi consentiti ed in particolare per l’uso eccezionale, occorre un preliminare provvedimento dell'autorità competente. Tale provvedimento può consistere in una licenza o concessione.

Le autorizzazioni (o licenze) sono una tipologia di atto amministrativo che, rimuovendo un limite posto per motivi di pubblico interesse, rendono possibile l’esercizio di un diritto già esistente.

Le concessioni, a differenza delle autorizzazioni, attribuiscono invece ai soggetti che ne fanno richiesta nuovi poteri o diritti; le concessioni  rilasciate da Anas sono della specie indicata in dottrina come costitutive e tendono a concedere al richiedente l'uso e l'occupazione di aree demaniali per uno scopo diverso da quello cui il bene demaniale è direttamente destinato.

Le licenze e concessioni rilasciate da Anas nel rispetto delle norme del Codice della Strada (D.Lgs. 30.04.1992, n. 285) e del relativo Regolamento di Esecuzione e di Attuazione (D.P.R. 16.12.1992, n. 495) nonché delle normative specifiche regolanti singole materie permettono e, in caso, regolamentano:

  • gli attraversamenti longitudinali e trasversali, sia aerei che sotterranei, delle strade statali con strade comunali, provinciali, regionali o comunque strade di uso pubblico;
  • gli attraversamenti longitudinali e trasversali, sia aerei che sotterranei, delle strade statali con ferrovie, canali, acquedotti, reti fognanti, metanodotti, linee elettriche, cavi telefonici e di telecomunicazioni (reti TLC in genere), ecc.;
  • l'apertura di accessi carrabili o pedonali dalle strade a fondi agricoli, a civili abitazioni e ad attività commerciali ed industriali;
  • l'apertura di accessi ad impianti per la distribuzione automatica di carburante ad uso autotrazione (liquidi e/o gassosi) in fregio a strade statali;
  • rilascio di provvedimenti per richieste di concessione di deroga, ai sensi dell'art. 2.1.07, comma d) del D.M. LL.PP. 21.03.1988, n. 449, per l'installazione o il mantenimento di sostegni per linee elettriche aeree a distanza non regolamentare dal confine di proprietà stradale;
  • il parere sulla concessione della sanatoria edilizia per edifici ubicati a distanza non regolamentare dal confine di proprietà stradale, in quanto ricadenti su aree sottoposte a vincolo edificatorio a protezione del nastro stradale (Legge n. 45/1985, art. 32, e s.m.i.).

 

Come fare e dove rivolgersi

Per le pratiche che riguardano le licenze e concessioni, in base al tipo di esigenza, è necessario contattare uffici diversi. 

Le tariffe sono a disposizione a questo link.

 

Pratiche di competenza degli uffici compartimentali

  • Impianti di carburanti: rilascio degli accessi ad impianti di carburanti in fregio a strade statali, previo accertamento della rispondenza delle distanze minime degli stessi da punti singolari della strada, della tipologia del fronte e degli accessi, della rispondenza delle norme edificatorie nell’ambito del piazzale degli impianti stessi.
  • Attraversamenti di strade statali e autostrade: rilascio della concessione se i lavori non comportano modifiche plano-altimetriche del tracciato delle strade ed autostrade statali.
  • Innesti e/o svincoli a raso o a piani sfalsati: rilascio della autorizzazione quando la realizzazione non comporti modifiche plano-altimetriche al tracciato delle statali.
  • Accessi: rilascio di accessi carrabili o pedonali a proprietà private dalla strada statale.
  • Sanatoria edilizia: rilascio del parere di cui all’art. 32 della Legge n. 47/1985 per richieste di sanatoria edilizia a fabbricati e manufatti a distanza non regolamentare dal confine di proprietà stradale in quanto ricadenti su aree sottoposte a vincolo.

 

Il cliente interessato deve inoltrare l’apposita domanda presente nella sezione modulistica e presentarla all’area compartimentale Anas territorialmente competente (vai ai contatti).

 

Pratiche di competenza della Direzione Generale

  • Impianti di carburanti: quesiti di particolare complessità o di carattere generale posti da Uffici Periferici di Anas, da Società petrolifere, da Associazioni operanti nel settore.
  • Attraversamenti di strade statali e autostrade: rilascio della concessione quando i lavori comportano modifiche plano-altimetriche del tracciato delle strade e autostrade statali.
  • Innesti e/o svincoli a raso o a piani sfalsati: rilascio della autorizzazione quando ciò comporta modifiche plano-altimetriche o nel caso in cui gli uffici periferici ritengano opportuno un intervento della Direzione Generale.
  • Aree di servizio autostradali: consulta la sezione dedicata.
  • Contenzioso: esame del contenzioso inviato dagli Uffici Periferici o da privati per pratiche attinenti a concessioni, autorizzazioni, rimborsi per indennizzi, ecc.

 

Il cliente interessato deve inoltrare l’apposita domanda presente nella sezione modulistica e presentarla a:

Anas S.p.A.

Direzione Operation e Coordinamento del Territorio – Licenze Concessioni e Trasporti Eccezionali

Via Monzambano, 10

00185 Roma

 

Per assistenza i clienti possono contattare il Servizio Clienti tramite il numero verde 800 841 148 o via e-mail agli indirizzi servizioclienti@stradeanas.itservizioclienti@postacert.stradeanas.it.

Il Servizio Clienti - Direzione Generale, via Monzambano 10, Roma – è aperto al pubblico dal lunedì al giovedì dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00, il venerdì dalle ore 9:30 alle 12:30.

 

Per maggiori informazioni su licenze e concessioni, consultate il nostro documento sulle domande e risposte più frequenti.