Tu sei qui

Strategia e modello di business

Dal 2015 un profondo processo di rinnovamento ha messo al centro della mission di Anas la sua finalità industriale, la cura delle strade e la realizzazione di nuovi progetti in cui tempi, costi e qualità siano volti alla massima efficienza per contribuire al progresso del Paese.

 

Il piano pluriennale degli interventi

Un primo passo verso questo obiettivo è stato compiuto con la realizzazione di un piano di investimenti che si concentra su:

  • la manutenzione e il completamento di itinerari esistenti
  • il ripristino, la messa in sicurezza e la riqualificazione del patrimonio delle infrastrutture esistente
  • la ricerca di soluzioni efficienti sempre più innovative che possano connettere territori e persone

 

Il focus sulla manutenzione straordinaria della rete stradale ci permetterà di valorizzare e potenziare gli asset esistenti garantendo, allo stesso tempo, rapidità degli interventi (tre-sei mesi rispetto agli uno-due anni necessari per l’avvio di nuove opere) e un impatto economico più accessibile rispetto alla progettazione e alla costruzione di nuove opere.

Per approfondire vai alla sezione Attività.

 

Il piano strategico

Attualmente gli obiettivi sono prefissati da un piano industriale condiviso con le istituzioni e finanziato dalle stesse.

Il piano si basa su una strategia in sei mosse: tre obiettivi e tre pilastri. Per dare forza a pilastri e obiettivi sono state dettagliate 17 cluster di azioni concrete.

L’autonomia finanziaria

Nel medio termine il traguardo che ci siamo prefissati è quello di raggiungere l’autonomia finanziaria dalla Pubblica Amministrazione attraverso la remunerazione dell’attività svolta e soggetta a parametri di qualità oltre che al rispetto di costi e di tempi.

L’autonomia finanziaria ci consentirà di programmare gli investimenti con risorse certe senza incidere sulle casse dello Stato e, di conseguenza, “deconsolidando” l’Anas dalla Pubblica amministrazione e dal debito pubblico. 

Sono inoltre diversi i possibili modelli di autonomia finanziaria su cui può fondarsi il gruppo allo scopo di assicurare autonomia finanziaria attraverso un meccanismo regolato, stabile, a medio-lungo termine, teso all’efficienza e basato su performance della rete e volumi di traffico.

Guarda il video di presentazione del piano industriale 2016-2020 di Anas. Il piano delinea le strategie dell’azienda e riflette il profondo cambiamento già in corso. In particolare, definisce le azioni necessarie al raggiungimento di alcuni obiettivi principali: l’autonomia finanziaria, l’accelerazione degli investimenti e la maggiore efficienza nelle attività manutentive.